A scuola con la LILT

19 novembre 2012
La LILT Bologna entra in aula per parlare ai ragazzi di fumo, alcol, alimentazione. In breve, di come vivere senza rischi. E lo fa in un linguaggio adatto alle nuove generazioni. Lo scopo è quello di intervenire più precocemente di quanto fatto in passato, perché le prime esperienze nell’uso di sostanze a rischio si verificano in un periodo in cui l'assunzione è illegale

La LILT Bologna entra in aula per parlare ai ragazzi di fumo, alcol, alimentazione. In breve, di come vivere senza rischi. E lo fa in un linguaggio adatto alle nuove generazioni. Lo scopo è quello di intervenire più precocemente di quanto fatto in passato, perché - è un dato ormai acquisito - le prime esperienze nell’uso di sostanze a rischio si verificano in un periodo in cui l'assunzione è illegale: attorno agli 11-12 anni di età.

Solo a Bologna, l'“Osservatorio epidemiologico sulle dipendenze” intervistando 1300 giovani tra i 13 e i 16 anni di età, ha rilevato infatti che ben il 31% ha fumato sigarette almeno una volta nell’anno e che il 26% ha bevuto alcolici. Relativamente all'alcol poi, l'ISTAT ha fotografato una “giovane Italia” dedita al bicchiere. Secondo l'Istituto di statistica la consuetudine di bere alcol almeno una volta alla settimana fuori pasto è diffusa tra i giovani di 18-34 anni. Tra i maschi è circa il doppio che tra le femmine. Nei maschi però l'abitudine ha l'apice in chi ha 20-24 anni e poi comincia a scendere nelle fasce di età successive. Per le ragazze invece rimane pressoché costante dai 18 ai 34 anni. Il numero di bicchieri di bevande alcoliche mediamente consumate a settimana fuori dai pasti è pari a 4,9 (5,3 per i maschi e 3,4 per le femmine).

Per questi motivi la LILT ha deciso di entrare nelle scuole e dar vita ad un dibattito. L'approccio è quello di spiegare scientificamente cosa accede nel nostro organismo quando adottiamo comportamenti a rischio. Le lezioni sono offerte ai primi anni delle scuole secondarie di secondo grado, durano circa 1 ora e sono condotti da esperti di medicina.

Perché la prevenzione inizia subito.

LILT Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori - Sezione Provinciale di Bologna
Via Turati, 67 - 40134 Bologna • Tel. 051 4399148 • Fax. 051 4390409 • email: segreteria@legatumoribologna.it | CF: 92049200378
LILT Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori - Sezione Provinciale di Bologna
Via Turati, 67 - 40134 Bologna • Fax. 051 4390409 • CF: 92049200378 051 4399148 segreteria@ legatumoribologna.it
Top