Solarium: cancro alla pelle fai-da-te

24 luglio 2017
In molti, quando vanno al mare, prima del sole si affidano al solarium: così arriveranno esteticamente presentabili sulla spiaggia e l'abbronzatura artificiale li proteggerà dal sole estivo. Nulla di più sbagliato: usare anche solo una volta il solarium aumenta il rischio di melanoma del 20% e se questo avviene prima dei 35 anni il rischio diventa del 59% in più rispetto a chi non utilizza i lettini a raggi UV.

"Non c'è dubbio: i lettini sono pericolosi per la nostra salute", sintetizza la spagnola Maria Neira, direttrice del Dipartimento della sanità pubblica, determinanti ambientali e sociali della salute dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

L'esposizione ai raggi UV che si sperimenta sdraiati sui lettini abbronzanti ha infatti l'effetto di danneggiare il DNA delle cellule epiteliali. Non solo aumenta l'incidenza dei tumori, ma anche abbassa l'età della loro prima apparizione. L'OMS stima che il solarium sia responsabile di 450mila casi di cancro della pelle – di cui 10mila melanomi – nel cosiddetto mondo occidentale (USA, Europa. Australia).

Inoltre l'abbronzatura da solarium non protegge. Test scientifici hanno dimostrato infatti che la pelle arricchita artificialmente da melanina è in grado di offrire unicamente l'equivalente di un fattore di protezione 3, insufficiente per proteggere la pelle dalle bruciature solari.

Questi e altri dati si trovano nella recente relazione OMS Artificial tanning devices: public health interventions to manage sunbeds (Dispositivi per abbronzatura artificiale: interventi sanitari pubblici per gestire i lettini - link).

Già nel 2009 l'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) aveva classificato l'esposizione ai raggi UV come cancerogena per l'uomo. Il cancro alla pelle è la patologia tumorale più comune ed è associata soprattutto all'esposizione solare. Negli ultimo 30 anni però sono incrementati i tassi di cancro da UV prodotti artificialmente, con aumento anche di altre condizioni patologiche come infiammazioni oculari e depressione del sistema immunitario.

Il documento OMS fornisce una sintesi degli effetti sulla salute e un catalogo di interventi per ridurre i rischi associati all’abbronzatura artificiale. Ogni Paese dovrebbe agire di conseguenza, proibendo i lettini solari (come accaduto in Brasile e Australia) o con restrizioni d'uso. In Italia ad esempio la legge impone il divieto d'uso a chi ha le pelli sensibili e alle donne in gravidanza.

Ma questo non basta. "I paesi – ha aggiunto Maria Neira - devono (...) informare tutti gli utenti dei rischi per la salute". L'educazione del pubblico è infatti considerata essenziale dall'OMS e si ottiene informando correttamente la popolazione con campagne ad hoc.


LILT Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori - Sezione Provinciale di Bologna
Via Turati, 67 - 40134 Bologna • Tel. 051 4399148 • Fax. 051 4390409 • email: segreteria@legatumoribologna.it | CF: 92049200378
LILT Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori - Sezione Provinciale di Bologna
Via Turati, 67 - 40134 Bologna • Fax. 051 4390409 • CF: 92049200378 051 4399148 segreteria@ legatumoribologna.it
Top