14 giugno: la prevenzione si colora di azzurro

12 giugno 2018
Il 14 giugno i principali monumenti d'Italia saranno investiti da una chiara luce blu: sarà il punto di partenza del “percorso azzurro”, la prima campagna italiana dedicata ai tumori maschili. Un progetto voluto dalla LILT, d'intesa con l'ANCI, per abbattere le tradizionali ritrosie degli uomini ad “andare dal medico” ed evitare così i grandi numeri che caratterizzano il cancro maschile.

Uomini, proteggetevi dai colpi bassi del cancro. Con questa comunicazione, si inaugura anche in Italia, per la prima volta, una campagna completamente dedicata al mondo maschile. Dopo anni di importanti campagne in rosa, è arrivato il momento di focalizzare l'attenzione anche sulle malattie “blu”. Il dato epidemiologico è lampante: in Italia i maschi si ammalano e muoiono di cancro più delle donne. Si stima infatti che nel nostro Paese il 54% dei tumori maligni (circa 195mila) sia diagnosticato negli uomini. Tra il 2008 e il 2013 gli uomini sono morti soprattutto per cancro al polmone, al colon-retto, alla prostata, al fegato e allo stomaco e stanno aumentando i casi di tumore al pancreas, alla tiroide, di melanoma e mesotelioma. Questi dati vanno intrecciati con una tendenza culturale: gli uomini, rispetto alle donne, si dedicano meno alla loro salute, facendosi visitare di meno.

La campagna “Percorso azzurro – LILT for men” vuole focalizzare meglio l'attenzione maschile sulla malattia. Per farlo si concentra sulle patologie esclusive del genere e appartenenti alla sfera genitale, come il tumore alla prostata, sesta causa di morte globale negli uomini e i più rari – ma pericolosissimi - cancro al testicolo e al pene.

La campagna prenderà avvio il 14 giugno 2018, con l’illuminazione di azzurro dei monumenti cittadini – frutto di un importante protocollo d'intesa con l'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani - ma anche con visite mediche gratuite, iniziative informative e divulgazione di materiale esplicativo.

A Bologna è disponibile un opuscolo informativo (“Proteggiti dai colpi bassi”) e il 14 giugno sarà possibile effettuare visite di controllo gratuite (chiamando il numero verde SOS LILT 800.99.88.77) oppure avere informazioni, suggerimenti e consigli da personale medico specializzato.

“La prevenzione e la diagnosi precoce oggi guariscono oltre il 60% dei casi di cancro – ha spiegato Francesco Schittulli, oncologo e presidente LILT- intensificando le campagne di sensibilizzazione potremmo arrivare ad una guaribilità, già oggi, superiore all’80%”.

Le visite possono essere prenotate chiamando il numero verde SOS LILT 800.99.88.77

Sfoglia o scarica gratuitamente l'opuscolo

Le amministrazioni comunali che hanno aderito all’iniziativa, illuminando di azzurro il comune o un monumento, nella provincia di Bologna sono:

Comune di Anzola dell’Emilia, illuminando il Monumento ai Caduti di tutte le Guerre - Piazza Papa Giovanni XXIII : sito

Comune di Budrio illuminando il monumento di Filopanti nella piazza principale davanti al Municipio: sito

Comune di Casalecchio di Reno - news sul sito link

LILT Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori - Sezione Provinciale di Bologna
Via Turati, 67 - 40134 Bologna • Tel. 051 4399148 • Fax. 051 4390409 • email: segreteria@legatumoribologna.it | CF: 92049200378
LILT Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori - Sezione Provinciale di Bologna
Via Turati, 67 - 40134 Bologna • Fax. 051 4390409 • CF: 92049200378 051 4399148 segreteria@ legatumoribologna.it
Top