Apple cake in padella

La mela della Valtellina (Indicazione Geografica Protetta) viene coltivata in molti comuni della provincia di Sondrio e comprende le varietà: Golden Delicious, Star Delicious e Gala. L'apple cake in padella costituisce un dessert sfizioso e diverso dal solito.

Preparazione

Pelare e tagliare 3 mele a fettine sottili e condirle con il succo di un limone. In una ciotola mescolare 50 ml di latte, 3 cucchiai di farina, un cucchiaino di lievito per dolci e quattro cucchiai di uvetta precedentemente messa a bagno e strizzata. Unire il composto alle mele. Aggiungere tre albumi montati a neve.

Scaldare un cucchiaio di olio in una padella e versarvi il composto; cuocere come una frittata girandola a metà cottura e servire.


Ricetta tratta dal libro "I gusti della salute" della Lilt, a cura della Sezione di Milano.
L'immagine è solo esemplificativa




Caratteristiche nutrizionale della mela

La mela è un frutto ricco di fibra, acqua e micronutrienti, in particolare Potassio, Ferro, Vitamine C e A. Inoltre l’apporto calorico risulta modesto. Se consumate con la buccia, l’apporto di fibra è maggiore e ciò permette di mantenere un buon transito intestinale. Si consiglia in questo caso di preferire mele provenienti da coltivazioni biologiche, poiché nella buccia non dovrebbero essere presenti residui di pesticidi o di altri prodotti chimici.

È importante sottolineare la presenza notevole nelle mele di pectina, un tipo di fibra solubile, alla quale vengono attribuite diverse proprietà. La pectina permette infatti di ridurre il tempo di svuotamento gastrico, dando quindi un maggiore senso di sazietà e rallentando l’innalzamento della glicemia, di aumentare la massa fecale e l’escrezione di acidi biliari e colesterolo, svolgendo così anche un’attività ipocolesterolemizzante. Inoltre la fermentazione di questa fibra da parte della flora batterica porta alla formazione di acidi grassi a corta catena, i quali svolgono importanti effetti sul nostro organismo e ancora oggi oggetto di diversi studi. In particolare il butirrato, metabolizzato dalle cellule della mucosa del colon, sembra svolgere un’attività protettiva nei confronti della degenerazione tumorale, mentre il propionato sembra che inibisca la produzione di colesterolo.

In questo frutto sono inoltre presenti in buona quantità antiossidanti, in particolare i polifenoli, che consentono all’organismo di proteggersi dall’invecchiamento e dai tumori e di ridurre l’insorgenza di altre patologie come aterosclerosi e steatosi epatica. L’indice ORAC della mela, che misura la sua capacità antiossidante, è molto buono e per questo si trova tra i 30 alimenti che maggiormente ci possono proteggere dall’insorgenza di tumori.

Queste caratteristiche nutrizionali lo rendono un alimento adatto a tutti, per terminare un pasto o come spuntino.




LILT Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori - Sezione Provinciale di Bologna
Via Turati, 67 - 40134 Bologna • Tel. 051 4399148 • Fax. 051 4390409 • email: segreteria@legatumoribologna.it | CF: 92049200378
LILT Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori - Sezione Provinciale di Bologna
Via Turati, 67 - 40134 Bologna • Fax. 051 4390409 • CF: 92049200378 051 4399148 segreteria@ legatumoribologna.it
Top